Lettere studenti scuole medie a detenuti

Alcuni studenti delle medie scrivono ai carcerati per dare loro forza e speranza. È l'iniziativa scaturita dal progetto "Quella terra che profuma di libertà", organizzato da Coldiretti Sardegna in collaborazione con gli alunni della scuola media 12 di Sassari, annessa all'istituto comprensivo "Brigata Sassari", e con l'associazione culturale "Istentales". Il pensiero dei promotori è rivolto ai detenuti delle carceri sarde. Il progetto si concretizzerà il 2 febbraio a Badu 'e Carros, il carcere di Nuoro, che ospiterà una vera e propria festa, con tanto di concerto degli Istentales insieme a Maria Luisa Congiu. Durante l'evento saranno lette e consegnate ai detenuti le lettere dei ragazzi. Il progetto, che quest'anno replica l'esperienza già fatta lo scorso anno al carcere di Bancali, è stato presentato oggi nella scuola di via Mastino dal dirigente scolastico, Claudia Capita, dal presidente e dal direttore di Coldiretti Sardegna, Battista Cualbu e Luca Saba, dagli insegnanti e dagli stessi ragazzi.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cossoine

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...